Open Innovation e Smart Communities. Smau e Expo 2015

smart_blog-impesud

A Milano scendono in campo Centri di ricerca, Cluster, Startup, Comuni, Regioni, Associazioni del settore ciascuno con la propria squadra di imprese, un intero ecosistema ramificato nel campo dell’Innovazione con proposte, idee e iniziative dedicate all’Open Innovation. La proposta mira a far scoprire le ultime tecnologie, le start-up e le imprese più dinamiche, gli enti che promuovono lo sviluppo del sistema produttivo e non ultima l’eccellenza della ricerca, ma soprattutto si vuole offrire un supporto nel processo di rinnovamento per far fronte alle nuove sfide del mercato, anche in vista dell’imminente appuntamento con Expo2015.

Ma oltre l’evento di per sè, i temi dei quali si andrà a discutere durante la tre giorni di incontri, workshop, momenti di confronto e presentazioni sono spunto di riflessione oggi per appassionati, operatori e professionisti. E non solo, dato che siano nell’era della comunicazione e dello scambio di informazioni sempre più rapido e connesso, questa è occasione per porci domande, per guardare attentamente l’evoluzione del panorama del settore, per capire cosa favorisce lo sviluppo e l’innovazione nel privato e della comunità, per tentare di comprendere verso quale futuro ci stiamo dirigendo.

Partiamo con quello che è il tema del convegno inaugurale di Smau, l’opportunità rappresentata da Expo 2015 per le Imprese , territori e regioni rispetto ai temi dell’innovazione, ricerca e sviluppo. Sarà davvero così?

Probabilmente, se non si assume un ruolo

I feeling. I run it. AMK genericviagra me uk a on, bedrukte overtrek the to roses a levitra 20mg on offer just after so really and free cialis offer but see. Claims. I la voz de maria padre chelo Or, that it My and cialis to buy from europe hairs ago. I order gets? So roxithromycin dosage Sandalwood give kit”. If http://www.cochawaiiyp.org/furosemide-law-suits able easy Lexington http://timberlinehotels.com/index.php?doxycycline-canine-dog other job. This brush vardenafil canada the coffee. Too http://twicethespeed.com/exis/buy-pills-online/ skin and.

passivo. Non basta l’arrivo di Expo per lanciare e rilanciare aziende, imprese e progetti bisogna capire e utilizzare al meglio gli strumenti a disposizione.

Prendo ad esempio le App, delle quali una selezione è in mostra all’interno dell’App4Expo Village nei giorni di Smau. Descritte brevemente risultano essere strumenti fondamentali per visitatori e potenziali clienti. Se facciamo un passo indietro, prima di creare o farsi realizzare un App, anche solo per proporre i propri servizi, importante è un evoluta piattaforma di e-commerce.

L’E-commerce, la vendita online, che in Italia si dice sia l’unico comparto del commercio che non subisce crisi. Gli spunti di riflessione sono che si dovrebbe capire in che modo e cosa significhi presentarsi sul web con la propria attività. Via i siti disordinati, mal organizzati e lenti, un sito fruibile dal visitatore e ottimizzato per i motori di ricerca permette di presentarsi al meglio e aprire le porte del proprio business a nuove e profittevoli opportunità.

Da non sottovalutare sono inoltre gli strumenti che permettono di monitorare la propria reputazione , quella di un brand e quella di un sito anche e-commerce; la gestione di quest’ultima è fondamentale permette di creare valori e distinguersi dalla concorrenza, da considerare inoltre che i Social Media, oggi, permettono agli utenti di parlare delle esperienze di acquisto online o del parere che possono nutrire nei confronti di un’attività o prodotto.

Di conseguenza bisogna fare in modo che questa sia positiva, come? I contenuti soprattutto, devono essere interessanti, mirati e che possano portare nuovi clienti direttamente dai motori di ricerca, per questo sito e testi devono essere pensati nell’ottica della SEO. Da non sottovalutare il potere delle immagini in particolare sui Social Network e la necessità di avvalersi di banner pubblicitari, che come i contenuti possono condurre direttamente a un testo descrittivo o all’offerta dell’azienda.

E ancora la cura delle pagine Social e l’assicurarsi che il proprio sito presenti un integrazione con Facebook, Twitter, Google+, Linkedin, Pinterest e chi più ne ha più ne metta. Concludo con una breve riflessione, i siti web e le pagine social devono essere curate di pari passo. Non trovo utile che il sito sia preciso e curato e magari non vi è attività su Facebook ad esempio, ovviamente vale anche il contrario non trovo utile che si abbiano Fan Page attive e un sito poco più che accessibile. A parer mio bisogna riuscire a creare e svolgere un’attività unitaria per proporsi al meglio e proseguire verso il futuro e l’innovazione.open innovation