Parole Riservate di MySQL

news-impesud-01

Reserved words are special.

For example, function names cannot be used as identifiers such as table or column names, and an error occurs if you try to do so. The following statement fails because it attempts to create a column named key, which is erroneous because order is a reserved word.

CREATE TABLE example (
id INT,
key VARCHAR(100)
);

The list of reserved words for MySQL 5.6 you find on this table.

The solution to these problems is to quote the identifiers properly. To use a reserved word as a database, table, column, or index identifier, is quoting a reserved word within backtick (`) characters allows it to be used as an identifier:

CREATE TABLE ejemplo (
id INT,
`key` VARCHAR(100)
);

Quoting is useful not only for identifiers that are reserved words; a given name might be illegal because it contains characters that normally are not allowed in names, such as dashes or spaces. Such names can be used as identifiers by applying the same quoting rules. If you aren’t sure whether a name is legal, quote it. It’s harmless to put quotes around a name that’s legal without them.

Le parole riservate sono qualcosa di speciale.

Una cosa che a volte capita quando si programma è trovarsi con dei termini che risultano essere parole riservate del linguaggio di programmazione. Su MySQL 5.6 le parole riservate possono essere visualizzate su questa tabella.

Il modo più semplice per poter utilizzarli (anche se sconsiglio questo tipo di procedura) è di inserire dei backtick all’inizio e alla fine della parola riservata.

Per esempio, quando si crea una nuova tabella e vogliamo dare il nome key alla seconda colonna:

CREATE TABLE esempio (
id INT,
`key` VARCHAR(100)
);

Sulla tastiera italiana con Windows basta fare ALT+96, e su Linux Alt Gr +’

Che sfortuna però che usino un carattere che non abbiamo sulla tastiera. In realtà è più giusto dire “peccato che microsoft non pensi agli sviluppatori italiani”, visto che il backtick, come la tilde, è un carattere molto utilizzato tra gli sviluppatori di software.

Las palabras reservadas son algo de especial.

Una cosa que a veces ocurre cuando se programa es encontrarse con los términos que resultan ser palabras reservadas del lenguaje de programación. En MySQL 5.6 las palabras reservadas pueden ser visualizadas en esta tabla.

El modo más simple para poder utilizarlos (aunque si desaconsejo esta procedura) es de insertar los backtick al inicio y al final de la palabra reservada.

Por ejemplo, cuando se crea una nueva tabla y deseamos dar el nombre key a la segunda columna:

CREATE TABLE ejemplo (
id INT,
`key` VARCHAR(100)
);

De este modo evitamos de que MySQL nos regrese un error y puedes seguir trabajando sin problemas.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *