Predizioni Tecnologiche per il 2014

smart_blog-impesud

Queste sono alcune predizioni tecnologiche per il 2014:

1) Il ritorno della privacy. Diffusione delle agende digitali nel mondo delle applicazioni web. Più riservatezza e messaggistica privata. Rappresenta la possibilità di coordinare la condivisione dei dati e dei processi attraverso l’interoperabilità nel pieno rispetto di requisiti di sicurezza e privacy. Alla faccia di Facebook.

2) Il traffico mobile supererà il traffico da desktop. Il motivo è che i dispositivi mobile stanno tendendo rapidamente a diminuire di prezzo, senza modificare e, anzi, migliorando la qualità del prodotto. Nexus 5 a 349 euro è un eccellente prodotto ma non è a portata di tutti, mentre in confronto c’è il Motorola Moto G a 189 euro, e se Motorola avrà successo immaginate cosa faranno le grande aziende cinesi come Huawei, ZTE, e quando gli altri grandi colossi come LG e Samsung inizieranno a produrre cellulari più economici.

3) Ricerca dell’ergonomia tecnologica. Un computer è lo strumento di lavoro di ogni lavoratore informatico, un componente che oltre a spiarci diventerà la nostra sigaretta giornaliera, se non stiamo attenti può provocarci danni alla salute. Perciò vedo la tendenza a cercare le condizioni giuste per lavorare meglio, dovremo prendere coscienza del nostro lavoro per esprimere la nostra professionalità e responsabilità in funzione del raggiungimento dell’obiettivo comune. Riassunto: Anche i geek faranno yoga :D

4) La fermezza di Bitcoin. Non esistono altri sistemi di cryptocurrency che possano colpire Bitcoin, e quest’anno si consoliderà ancora di più. Si diffonderà e le persone (anche parenti e amici) avranno più conoscenza di questo sistema del mondo digitale.

5) Esplosione dei potenti progetti Open Source. Framework Javascript come NodeJs e CMS come WordPress stanno vivendo la sua piena espansione nell’ambito del web. Porteranno a molte web agency e programmatori ad creare un nuovo stile di lavoro, integrando tutte le piattaforme Open Source per soddisfare qualsiasi tipo di richiesta dei clienti a prezzi contenuti.

6) Aumento delle start-up. Nascere, crescere e morire; perché la tendenza di questi ultimi anni é che ci sono più incubatori e acceleratori d’impresa, più aiuto e finanziamento regionale e statale, più eventi di tecnologica, ma dopo 2-3 anni gli imprenditori e le persone che hanno creduto a questi progetti stanno già lavorando per altre aziende. Non c’è stata una grande crescita di nuovi grandi prodotti, non ci sono grandi imprenditori che hanno affondato, e arriveranno altri che ci riproveranno, ma ad un prezzo medio-alto. Ogni start-up ci costa, ma ho la speranza che domani arrivi un nuovo Zuckerberg: qualcuno che ci possa sorprendere, che possa creare qualcosa di valore mondiale, con un sistema di lavoro molto più aperto e moderno. Ho ancora questa speranza.

7) Google comprerà Yahoo, utilizzando Marissa Mayer come cavallo

di Troia. :D

8) Blackberry sparirà completamente dal mercato. Non ha creduto nel futuro successo dei tablet e anzi il CEO aveva dichiarato che nel giro di cinque anni erano destinati a morire. Ma forse morirà molto prima.

9) Ogni impero deve cadere, oppure diviso ad un certo momento della storia. Facebook non si disintegrerà, ma sarà diviso in tante aziende che risponderanno non solo a una persona, ma a un consiglio più libero e democratico. L’esistenza di sistemi di microblogging e microreti come Twitter e altri non si sono arresi, anzi, si sono consolidati e ora sono capaci di resistere e anche di colpire con nuove tecnologie lanciate in questi ultimi anni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *